Tennis italiano: il movimento prova a dominare al Challenger di Parma

Tennis italiano: il movimento prova a dominare al Challenger di Parma

A Parma il movimento, eternamente in salute, prova a divellere con scarso agio in una pozza di calore orrendo.

Riccardo Bonadio perde il primo al tie break contro il reazionario Lenz, prima di dominare.
Idolo Andrea Vavassori becca il più forte del draw: sfavoritissimo contro Dellien lo annienta in meno di un’ora di gioco in una pozza di sangue.

Jacopo Berrettini se la vede con lo sparapalle semimobile Danilo Petrovic.

Ovviamente derby a profusione!

In campo, adesso, Fagioli contro Maggioli. Di quest’ultimo ho visto per la prima volta un punto. Si è concluso con bestemmia. Gloria!

Successivamente:
Andrea Basso vs Francesco Forti
Giulio Zeppieri (in foto) contro Paolo Lorenzi: 88 gli anni di differenza

AdrianoAiello

Cinema, musica, cibo, vino, poker, risiko, calcio manageriale, scrittura, scrittura, scrittura. E tennis naturalmente. Ho speso una vita inseguendo le mie passioni, trasformandole troppo spesso in ossessioni. Tra tutte queste, il tennis, che seguo maniacalmente da più di 30 anni [...]
Chiudi il menu