Gilles Simon: l’orologio di Satana

Gilles Simon: l’orologio di Satana

Gilles Simon, 34 anni, gli ultimi 15 spesi a divellerci le gonadi!

Dice che il suo talento è un timing perfetto, ma probabilmente si riferisce alla sua dote nel curare le insonnie più acute. Tic, tac, tic, tac, tic tac, fin quando lo spettatore non prova a suicidarsi con il liquido delle batterie del telecomando.

Ogni tanti si spegne, poi risorge per servire il male. Diligentemente, su qualsiasi superficie.

Ora, ad esempio, è impegnato nello spegnere la struggente resistenza di Nicolas Mahut, poeta infranto, sottratto dagli dei del tennis al ritiro da un Roland Garros epico.

L’epica è la chiave anche per leggere questo suo ultimo viaggio lynchano sulla sacra erba, dove sta trasformando ogni turno in una maratona spaccafisico, fatta di tagli, invecchiamento precoce e sguardi disperati.

Provaci anche oggi Nicolas, inibisci la tensione al soffocamento di Simon. Liberaci dal male! Amen.

[foto crediti: thetennistime.com]

AdrianoAiello

Cinema, musica, cibo, vino, poker, risiko, calcio manageriale, scrittura, scrittura, scrittura. E tennis naturalmente. Ho speso una vita inseguendo le mie passioni, trasformandole troppo spesso in ossessioni. Tra tutte queste, il tennis, che seguo maniacalmente da più di 30 anni [...]
Chiudi il menu