CHI SONO

ADRIANO AIELLO

Cinema, musica, cibo, vino, poker, risiko, calcio manageriale, scrittura, scrittura, scrittura. E tennis naturalmente. Ho speso una vita inseguendo le mie passioni, trasformandole troppo spesso in ossessioni. Tra tutte queste, il tennis, che seguo maniacalmente da più di 30 anni (e gioco con risultati risibili) è più o meno l’unica che ho provato a non trasformare in una professione, al di là di una piccola pubblicazione fatta insieme a Rino Tommasi. Forse per questo, tra le tante passioni è la più fedele. Non provo a farne un mestiere nemmeno adesso, con questo blog. Che intende solo essere il piccolo centro gravitazionale di un modo di vedere, sentire e raccontare il nostro sport preferito con leggerezza, sarcasmo e disimpegno. Con un solo obiettivo: mai prendersi sul serio! Ah, doveva essere una bio, ma in fondo di sapere chi sono, cosa ho fatto, di cosa vivo, vi interessa realmente?

Chiudi il menu